Loading Posts...

Effetti sulla salute delle piante da caffè

Gli effetti sulla salute delle piante di caffè sono stati studiati per determinare come il consumo di caffè influisce sull’ uomo. Il caffè contiene vari composti chimici che notoriamente influiscono sulla chimica del corpo umano. Il seme stesso del caffè contiene sostanze chimiche che sono un po’ psicotrope per gli esseri umani, in quanto costituiscono un meccanismo di difesa della pianta del caffè contro i suoi predatori. Queste sostanze chimiche sono tossiche in dosi elevate. Il principale prodotto psicoattivo del caffè è la caffeina, che agisce come stimolante.

Studi recenti hanno dimostrato che il caffè ha effetti stimolanti aggiuntivi non correlati al contenuto di caffeina. Il caffè contiene una sostanza chimica attualmente sconosciuta, ma stimola la produzione di cortisone e adrenalina, due ormoni stimolanti.

caffetteria

Uno studio del maggio 2012 pubblicato nella “New EnglandJournal of Medicine” ha riportato che i bevitori di caffè che hanno bevuto due o tre tazze di caffè al giorno erano 10-15 per cento meno probabilità di morire per qualche motivo durante i 13 anni di studio. I ricercatori che hanno condotto questo studio hanno affermato che questo non implica necessariamente una relazione causa-effetto, ma può aiutare gli altri ricercatori ad andare nella giusta direzione.

Il caffè decaffeinato può essere ottenuto con diversi metodi, uno dei quali consiste semplicemente nel lasciare i semi di caffè in ammollo. Ma un altro è chimico e consiste nell’ utilizzare solventi che possono essere pericolosi, come il tricloroetilene o il cloruro di metilene.

Il caffè decaffeinato di solito perde parte del sapore del caffè normale. Ci sono anche sostituti del caffè che non hanno caffeina. La dipendenza dalla caffeina e i sintomi di astinenza sono ben documentati.

Benefici

Nelle donne, il consumo di caffè diminuisce significativamente tutte le cause di mortalità, apparentemente in modo lineare. Coloro che consumano tre tazze al giorno presentano una mortalità relativa di circa 0,85 di cui quelli che non consumano caffè presente. Negli uomini, questi benefici non sono così grandi. Questi risultati erano simili per il caffè decaffeinato.

Studi scientifici hanno anche dimostrato che il consumo di caffè riduce il rischio di Alzheimer e altre demenze senili. Anche ridotto calcoli renali negli uomini e nelle donne, diminuito il rischio di Parkinson’s malattia e aumento delle prestazioni cognitive.

Caffeina aumenta l’ efficacia di alcuni antidolorifici, soprattutto nei pazienti che assumono emicrania o mal di testa farmaci.

Cancro

In Africa, il consumo di caffè è stato associato ad un ridotto rischio di cancro alla bocca, all’ esofago e alla faringe. Nessun beneficio è stato trovato per il cancro ovarico.

Cardioprotettivo

Il caffè riduce moderatamente l’ incidenza di decessi dovuti a malattie cardiovascolari.

Laxativo e diuretico

Caffè è un potente stimolante della peristalsi e potrebbe prevenire la costipazione. Per lo stesso motivo, possono essere causati movimenti intestinali eccessivi. L’ effetto stimolante sui due punti è lo stesso con il caffè con o senza caffeina.

La caffeina non agisce come un diuretico se consumata con moderazione (meno di 5 tazze al giorno o 500-600 milligrammi).

Antiossidante

Il caffè contiene polifenoli, flavonoli e antocianidina. Questi composti hanno effetti antiossidanti e potenzialmente riducono i danni alle cellule ossidanti.

Impianto caffè

Evitare la carie

Il tannino contenuto nel caffè può ridurre il potenziale cariogeno degli avanzi di cibo che si attaccano tra i denti.

Goccia

Bere il caffè riduce il rischio di gotta negli uomini nei loro 40 anni.

Pressione sanguigna

Uno studio del 2011 ha mostrato che il consumo moderato di caffè (meno di 5 tazze al giorno) era inversamente correlato all’ alta pressione sanguigna e agli alti livelli di trigliceridi negli uomini giapponesi. Tuttavia, questo studio non ha trovato questo rapporto nelle donne giapponesi.

Rischi

  • Dipendenza da Caffeina: L’ uso di questa sostanza può causare dipendenza, che porterebbe alla sindrome da astinenza quando si smette di assumerla.
  • Cancro: Ci sono circa 1.000 sostanze chimiche in caffè torrefatto di cui 19 cancerogene nei roditori. Tuttavia, la maggior parte delle sostanze citate come cancerogene nei roditori si trovano naturalmente e non possono essere cancerogene in condizioni ambientali normali. D’ altra parte, l’ estratto di caffè è sospettato di causare il cancro nel pancreas umano.
  • Problemi gastrointestinali: Il caffè può causare ulcere e gastriti.
  • Effetti psicologici: La caffeina ha diversi effetti psicologici come l’ ansia o irritabilità, così come i sintomi di astinenza. Può anche causare insonnia in alcune persone e in altre può causare narcolessia.
  • Colesterolo: Uno studio del 2007 indica che diterpeni-Cafestol e kahweol possono aumentare i livelli di colesterolo LDL negli esseri umani. 36] Indica che il caffè aumenta il colesterolo.
  • Pressione sanguigna: Anni fa la caffeina è stata considerata per aumentare il rischio di ipertensione, ma studi recenti non lo confermano.
  • Effetti sulla gravidanza: Le molecole di caffeina sono abbastanza piccole da passare attraverso la placenta e nel flusso sanguigno del feto per influenzarlo, ad esempio, nel sonno.
  • Interazioni farmacologiche: la caffeina combinata con acetaminofene (detto anche Tylenol e acetaminofene in commercio, in altri paesi) può danneggiare il fegato.

Come si dice spesso di tutti i vizi, fate attenzione con loro e prendetelo con moderazione. Mentre un paio di caffè alla settimana potrebbe essere utile, non si pensa alla dipendenza dal caffè. Consulta il nostro blog per saperne di più sulle piante.

Leave a Comment