Loading Posts...

Lotta contro l’ insonnia con Valeriana

Valerian valeriana (Valeriana officinalis) noto anche come valeriana farmacia valeriana o medicinale valeriana è un’ erba della famiglia valeriana. È originaria dell’ Europa e dell’ Asia occidentale. Cresce in prati bassi e sabbiosi, luoghi umidi e ombrosi, boschi e zone montagnose fino a 2.000 metri di altezza. Viene coltivata in paesi come Belgio, Olanda e Germania.

Valeriana officinalis piantagione

Caratteristiche dell’ impianto

La valeriana è una pianta erbacea, perenne e robusta che misura fino a due metri di altezza. Hanno uno stelo vivace, vuoto, ricco, ricco, eretto e robusto.

Le foglie sono opposte allo stelo (a coppie da 6 a 10), rosette alla base. Sono composti, pinnate (pinnatisectas), segmentati, di colore verde scuro e con infiorescenze terminali. Il suo sapore è estremamente amarognolo. Differenziamo le foglie superiori da quelle inferiori perché le prime sono sessili e opposte, mentre le ultime sono generalmente peciolate e basali.

Il rizoma è corto, con 8-15 radici fini e stolon. È di colore bruno chiaro all’ esterno e biancastro all’ interno, cilindrico e lungo da 2 a 5 cm per 1,5 a 3 cm di larghezza. Le radici sono fini: lunghe 10 cm e larghe 1-3 mm, di colore biancastro e carnoso. Lasciano un caratteristico odore sgradevole all’ essiccazione.

Si tratta di un impianto ermafrodito . Le infiorescenze (come curimba) si trovano sopra e hanno fiori, generalmente rosa ma anche bianchi. Sono larghi da 5 a 12 cm e hanno una forma appiattita. Sono densi e ramificati.

La Valeriana fiorisce tra maggio e luglio. I fiori sono piccoli, sessili e con un calice che si sviluppa quando si svolge il processo di fruttificazione, poiché si rotola verso l’ interno quando la pianta fiorisce. La corolla è imbutiforme di colore bianco o rosa.

Androceu è costituito da tre stami fusi al tubo della corolla. La ginecologia è tricarpellare e presenta un piccolo ovario che forma un frutto. Ha un dado che contiene un seme di circa 3 mm. È acquenio, ovoidale, scanalato, lungo e oblungo.

Azioni di guarigione

Le azioni farmacologiche sono dovute alla sinergia tra oli essenziali e alcaloidi.

  • Attività sedativo: Varie esperienze hanno determinato un prolungamento del sonno, riflessi diminuiti, sedazione e attività locomotiva diminuita. L’ attività sedativa comprende attività come anti-stress, rilassante, depressivo del SNC, ecc.
  • Attività spasmolitica: Le cause sono iridoidi e valeranone. L’ effetto rilassante muscolare è la conseguenza di un effetto muscolare trofico diretto paragonabile alla papaverina.
  • Attività antimicrobica: alcuni principi attivi della radice e degli estratti alcolici dei fiori hanno dimostrato in vitro un’ attività antifungina contro specie come A. fumigatus, C. albicans, S. typhi, ecc.
  • Attività cardiovascolare: Alcuni acidi volatili come l’ acido valerenico hanno mostrato un’ attività di ipotensione arteriosa .

Usi medicinali riconosciuti

Pianta medicinale valeriana

  • Facilitazione del sonno nei casi di insonnia: i risultati non sono generalmente visti così velocemente come negli psicofarmaci ma, a differenza degli psicotropi, non producono dipendenza, alterazione dei riflessi o opacizzazione mattutina.
  • Disturbi ansia.

È tossico?

La valeriana non è generalmente considerata tossica, anche se ci sono alcuni casi di effetti avversi isolati o ad alto dosaggio: da uno studio clinico di 61 pazienti, ci sono stati solo 2 episodi di cefalea e 1 episodio di intorpidimento mattutino.

Alcuni effetti indesiderati si sono verificati con somministrazione molto prolungata o con dosi elevate (più di 5 grammi al giorno): bruciore di stomaco, diarrea, mal di testa, vertigini e depressione centrale accentuata. Ma scompaiono dopo l’ arresto del trattamento. Si raccomanda inoltre di prendere un’ ora prima della cena in caso di insonnia, dato che a volte può apparire un certo grado di inquietudine iniziale.

Hai effetti collaterali?

La fornitura di valeriana miscelata con alcol o droghe depressive centrali non è appropriata. Pertanto, la valeriana non è consigliata per l’ uso in gravidanza e allattamento al seno (mediante olio essenziale). Né dovrebbe essere considerato insieme ad altri depressori del SNC come un possibile miglioramento dell’ effetto.

Non deve essere somministrato a bambini di età inferiore ai 12 anni. Anche le persone con problemi di allergia respiratoria che vengono trattate esternamente non dovrebbero essere consumate.