Loading Posts...

Orobanche, una pianta oloparassita dai climi temperati

Orobanche parassito

Orobanque o frailes (Orobanche) è un genere con circa 200 specie di piante oloparassite erbacee (parassiti di altre piante) della famiglia delle Orobanchaceae.Sono principalmente nativi delle zone climatiche temperate dell’ emisfero nord.Alcune specie precedentemente incluse nel genere orobanque si trovano ora nel genere Conopholis.

I frailes (ricevono questo nome dalla parte della corolla che sembra un cappuccio) sono alti da 10 a 60 cm.Il suo fusto non ha clorofilla ed è di colore blu o bianco.Sono difficili da identificare nelle piante secche di un erbario botanico, tranne che per quanto riguarda la specie Orobanche uniflora la cui caratteristica distintiva è che i suoi fiori sono a spina di pesce.Come foglie hanno solo poche scaglie triangolari e i loro semi sono piccolissimi.Si tratta di geofite che escono solo fuori terra per sbocciare (dal tardo inverno in poi in tarda primavera) e portare frutti, che non lo fanno ogni anno.

Piante parassite orobanque come rosmarino ed edera

Dipendono interamente da piante parassitarie per la nutrizione.I suoi semi possono rimanere nel terreno per anni in stato dormiente, tra le piante che li parassitano ci sono piante selvatiche (come il rosmarino) e piante coltivate (come i fagioli).

Un altro genere chiamato Orobanche hederae, parassitizza solo piante del genere Hedera, come Hedera helix o comunemente note come edera e arala coltivata, appartenenti alla sua famiglia. Questo perché manca loro il pigmento noto come clorofilla, che li rende totalmente dipendenti da aralias ed edera per le sostanze nutritive. Questa proprietà si basa sul fatto che sono in grado di gettare le loro radici verso le radici dell’ ospite più vicino.

Orobanche salvaje

Il genere Orobanche comprende piante parassitarie che minacciano le colture

La specie Orobanche ramosa è originaria dell’ Europa sudoccidentale e centrale, sebbene sia diffusa in molti altri luoghi dove è considerata una grave minaccia per le colture. Tale è il suo grado di minaccia, che è capace di parassitizzare piante come melanzane, pomodoro, cavolo, cavolo, pepe, girasole, sedano e pisello tra molti altri. Poiché tutte queste piante sono ampiamente coltivate, questa pianta parassita è in grado di causare gravi perdite economiche in agricoltura.

Leave a Comment