Loading Posts...

Piante medicinali – che cosa sono per loro

Nel XXI secolo, le aziende farmaceutiche sono più attente che mai all’ avanzamento del mercato delle piante medicinali ufficialmente note come fitoterapia. La fitoterapia è la scienza dedicata a che utilizza diverse tipologie di piante per scopi medicinali da centinaia di anni, oltre a scoprire nuovi usi per le piante medicinali e, naturalmente, scoprire nuove specie di erbe medicinali .

Il mondo dei medicinali è un business. Oggi ci sono compresse o pillole per quasi tutto e anche se molti di loro sono quasi inutili e pieni di effetti collaterali rispetto ai rimedi medicinali a base di erbe sfruttano la paura della gente, che li consuma al minimo sintomo di una possibile malattia, anche se è solo una mal di gola o un raffreddore. Tuttavia, questo fattore sta cambiando negli ultimi anni e ci sono sempre più farmacie ed erboristi dove i rimedi vegetali naturali sono anche molto richiesti ed efficaci, diffondendo la parola e diventando sempre più popolari.

Spesso, è la natura stessa che ci fornisce la soluzione ai problemi di salute che possono sorgere nel nostro corpo, e questo avviene attraverso le piante curative . Ci sono un gran numero di specie di piante medicinali in grado di aiutare a curare alcuni tipi di malattie, da un freddo semplice ad alcuni molto più gravi come il morbo di Alzheimer o epatite. L’ uso delle piante come risorsa medicinale risale quasi alla preistoria, quando l’ uomo aveva solo quello che aveva intorno a sé o al massimo in tutto il territorio, dove c’ erano solo le proprie mani e alcuni strumenti molto basilari come bastoni e pietre per fare un rimedio dalle erbe e piante medicinali conosciute all’ epoca, che evidentemente erano molto basilari.

A cosa servono le piante medicinali?

Le piante medicinali rientrano nella categoria della medicina alternativa, che comprende altri tipi di pratiche di medicina non convenzionale come l’ agopuntura o la riflessologia del piede, tra molti altri, e sono principalmente utilizzati per fare rimedi naturali rispetto ai farmaci delle grandi aziende farmaceutiche, come se fossero un ulteriore ramo della medicina. Anche se, ironia della sorte, una grande quantità di farmaci sono creati da piante medicinali, che sono utilizzati come base per lo sviluppo del farmaco. Questo tipo di medicina con piante naturali è anche popolarmente conosciuto come farmaco medicinale o vegetale, attraente per il termine e il buon significato della parola farmaci a causa delle proprietà curative delle piante.

Anche se le piante sono un prodotto naturale, l’ automedicazione è ancora severamente proibita, in quanto un sovradosaggio può essere ugualmente dannoso, anche se essendo un prodotto completamente naturale non sarebbe fatale come con altri tipi di farmaci. Per un corretto trattamento naturale con piante ed erbe medicinali si dovrebbe visitare il proprio medico di famiglia che effettuerà uno studio e un’ analisi del trattamento stesso, per indicare in seguito che si preferisce curare se stessi con erbe curative o con prodotti più naturali rispetto ai farmaci convenzionali in modo da scrivere una prescrizione secondo tale criterio. Le dosi da somministrare per qualsiasi trattamento con piante medicinali possono essere ingerite in polvere, unguenti, sciroppi, olii, succhi di frutta, compresse, infusi, ecc. Grazie alla versatilità che le piante offrono nella creazione di rimedi naturali, in modo che in questo aspetto non rappresenti un grande problema offrendo un’ ampia varietà.

Elenco delle piante medicinali

Ora che sapete per quali piante medicinali sono utilizzate vi mostriamo alcuni dei più efficaci e le piante medicinali comuni presenti sul mercato sono i seguenti:

  • Echinacea: Una delle più importanti piante medicinali, in quanto aiuta a prevenire il cancro e, se già contratta, a combatterne i sintomi
  • Turmeric: Un’ altra pianta curativa utilizzata nella lotta contro il cancro, essendo molto efficace in particolare per due tipi di cancro: cancro al seno e cancro della pelle.
  • Luppolo: Una delle piante con più funzioni medicinali. Il luppolo contribuisce a combattere gravi malattie come i tumori, oltre che a lenire lo stato di ansia e alterazione del corpo umano, essendo una delle piante più rilassanti che esistano. Inoltre, aiuta anche ad eliminare i vermi intestinali formatisi nell’ intestino grazie al suo alto contenuto di eugenolo.
  • Basilico: Pianta antinfiammatoria e antiossidante molto efficace che aiuta anche a combattere ed eliminare i batteri, prevenendo così le malattie da infezione.
  • Cannella: È la pianta medicinale per diabetici per eccellenza, in quanto aiuta l’ organismo a generare la sostanza dell’ insulina e a rafforzarne gli effetti nell’ organismo. A peggiorare le cose, diversi studi comprovati hanno dimostrato che la cannella può anche aiutare le connessioni neuronali, aumentando la memoria e dovrebbe essere utilizzato in nuovi studi volti a combattere gli effetti del morbo di Alzheimer.
  • Rosmarino: Un tipo di pianta medicinale che aumenta i livelli di difesa del corpo e aiuta anche a combattere il colesterolo grazie al suo alto contenuto di vitamine di tipo B, con cui aiuta a prevenire i problemi di sovrappeso.
  • Uncaria tomentosa (o artiglio di gatto, popolarmente parlando): è un’ erba medicinale appartenente alla famiglia delle Rubiaceae in cerca di curare malattie reumatiche e ulcere. La sua composizione rende le funzioni medicinali di questa pianta abbastanza ampia perché è anche in grado di alleviare problemi respiratori e dolori articolari.
  • Prima di utilizzare una qualsiasi delle piante sopra elencate, è consigliabile consultare uno specialista specializzato in trattamenti con piante medicinali, che indicherà le possibili controindicazioni che possono presentarne alcune con il vostro caso e con l’ organismo in particolare, sia che siano dovute a malattie, allergie o altre condizioni, al fine di evitare qualsiasi tipo di conflitto o effetto avverso con le piante medicinali.

    Leave a Comment