Loading Posts...

Ricina, una pianta velenosa per il vostro giardino

La ricina (Ricinus communis) ricina (Ricinus communis) è conosciuta anche con i nomi di fico o albero di fico infernale, tra gli altri. Si tratta di un impianto velenoso appartenente alla famiglia Euphorbiaceae. I semi sono molto utili, in quanto vengono utilizzati per produrre il famoso olio di ricino “ olio di ricino ” e talvolta, le foglie sono anche utilizzati.

Uno dei suoi usi conosciuti è come pianta per il giardino, in quanto è un arbusto che richiede un clima caldo senza gelate, sparso in tutte le regioni calde della Terra. Fiorisce principalmente nei mesi estivi: da luglio a ottobre e viene raccolto in autunno.

Ricinus communis piante Ricinus communis

Caratteristiche

La ricina è un arbusto spesso coltivato come annuale e monoico, cioè presenta strutture di entrambi i sessi sullo stesso individuo (ma in fiori separati). I maschi si trovano nella metà inferiore del gambo, e le femmine nella metà superiore.

Qual è la sua dimensione?

La dimensione della ricina varia a seconda del clima: quando è temperata, come nelle zone dell’ Andalusia, ha un’ altezza compresa tra 2,5 e 3 metri, mentre se il clima è tropicale o subtropicale, è più favorevole e può raggiungere i 12 metri. Gelate può essere fatale, in modo che l’ arbusto non sopravvive loro in regioni fredde e zone interne.

Ha un fusto alto due o tre metri, ramificato e di colore rossastro e i suoi speroni sono uniti insieme in un foglio membranoso.

Come sono le tue foglie?

Le foglie sono molto grandi, di diametro compreso tra 10 e 35 cm, anche se possono raggiungere i 60 cm. La forma di questi sono sparsi e con le costole patchted. Hanno tra 7 e 11 lobi e il margine seghettato. Sono foglie composte, alternate, con colorazione verde, rossa o viola e numerose cellule ghiandolari. Hanno un picciolo rossastro e alcune ghiandole apicali.

Come sono i tuoi fiori?

Ricino Fiori

I fiori sono raggruppati in fitte infiorescenze, che sono grandi pannocchie terminali di lunghezza compresa tra 15 e 50 cm. Questo arbusto ha due tipi di fiori: quelli maschili (nati nella parte inferiore), fanno tra i 15 e i 30 cm di diametro, con un calice di cinque pezzi e un pedicelo fino a 12 mm, i tepali sono ovali e rossastri.

Nelle femmine invece hanno un diametro compreso tra 1,5 e 3 cm. Alla base del fiore c’ è un calice formato da cinque pezzi lanceolati e molti stami saldati giallo-verde, a colonna e ramificati.

Ha frutti?

Il frutto, che proviene dai fiori femminili e si trova quindi nelle parti superiori, è un elateri, quasi sempre circondato da spine abbondanti. Questo tipo di capsula ha un rilievo carnoso e giallastro all’ estremità superiore, detta carnagione. Il frutto ha tre cavità (tricoca), ciascuna con un grosso seme liscio e brillante, che contiene una tossina chiamata ricina. Di colore rossastro, con semi ellissoidi di colore bruno e bianco e lunghezza compresa tra 1 e 2,5 cm. A maturità gli elateri aprono e rilasciano i semi.

Dove si trova?

È coltivata in climi caldi delle zone subtropicali vicine al Mediterraneo, come nel caso dell’ Africa. Si trova anche in Asia ed è ampiamente diffuso in tutta Europa. Infatti, è ampiamente distribuito tranne in zone fredde o soggette a gelo.

Usi medicinali

L’ olio di ricino è usato come medicinale, è un prodotto puro e privo di tossine. È anche un lassativo importante che un tempo veniva usato molto spesso e oggi anche, anche se in misura minore. Il resto dell’ olio funge da lubrificante.

Altri usi dell’ olio di ricino

Olio di ricino per uso medico

  • Emolliente: per ammorbidire i tessuti, particolarmente indicati nei tessuti cutanei, in quanto ammorbidisce la pelle e aiuta a rimuovere le verruche, soprattutto in combinazione con il sambuco (Sales chilensis) o l’ aglio (Allium sativum), che ne migliorano l’ efficacia.
  • Cosmetici per capelli, perché impedisce la fragilità: essendo l’ olio solubile in alcool, le colonie di ricinadi sono preparate per capelli secchi, che una volta applicati ed evaporati lasciano l’ alcool morbido e lucente.
  • Stimolatore delle contrazioni uterine prima della consegna.
  • Dolore muscolare: l’ olio di ricino ammorbidisce i muscoli, li tonifica e aiuta a combattere il dolore, specialmente nella schiena. La dose corretta in questo caso sarebbe due frizioni al giorno, fino a quando il disagio scompare.
  • Balsamo a labbra: alcuni contengono olio idrogenato.

Usi popolari

Medicina cinese è usato nel trattamento della paralisi facciale, ulcere, mal di gola e alcune infiammazioni ulcerose della pelle. In la medicina indiana è stata utilizzata per combattere le malattie articolari e dispeptiche. Nel trattamento omeopatico del vomito e della diarrea, specialmente nei bambini. Anche se questi usi dell’ olio di ricino non sono dimostrati.

Utilizzo dell’ alimentazione elettrica

  • Additivi
  • Dolcificante (un esempio potrebbe essere il cioccolato)
  • Stampi e contenitori di plastica

È una pianta tossica?

L’ ingestione dell’ olio di ricino causa avvelenamenti che possono portare alla morte. La ricina, che è la proteina tossica presente nei semi, non si trova nell’ olio di ricino commerciale. Tuttavia, la morte per ingestione di semi o foglie di ricina è rara, anche se la ricina (una proteina tossica presente nella pianta, ma non nell’ olio) è stata utilizzata come arma biologica.

Leave a Comment