Loading Posts...

Tre tipi di piante parassite: Cytinus, Balanophoraceae e Rafflesiaceae

Piante parassite

Cittino

Cytinus è un genere di piante con fiori parassiti. Specie di questo genere non producono clorofilla. Specie del genere Cytinus solo piante parassitarie dei generi Cistus e Halimium, due generi della famiglia delle Cistaceae.

Il genere Cytinus era in precedenza all’ interno della famiglia delle raflesiaceae parassita, ma ora è all’ interno della famiglia delle Cytinaceae, insieme al genere Bdallophytum con quattro specie.

Dove si trovano?

Queste piante sono originarie della regione mediterranea, una delle quali proviene dal bacino del Mediterraneo ( Cytisushypocistis). Il resto del Sudafrica e forse anche alcune specie non ancora descritte del Madagascar.

Quali sono i suoi usi?

Gli esemplari giovani di C. hypocistis sono consumati come asparagi. Un estratto della pianta è usato contro la dissenteria, i tumori della gola e come astringente. C. ruber è anche commestibile, e nella medicina popolare è stato usato come emenagogo.

Balanoforaceae

Balanophoraceae, è una famiglia di piante tropicali e subtropicali che sono piante parassitarie obbligatorie. La famiglia è composta da 17 generi in circa 50 specie. Balanophora viene dal greco e significa che indossa una ghianda (a forma di infiorescenza femminile).

Piante parassite

Dove si trova?

Si trovano nelle foreste umide dell’ interno che crescono sulle radici delle piante e con un’ infiorescenza che emerge dal suolo, che assomiglia ad un fungo, composto da tanti piccoli fiori.

Le specie sono monoiche o dioiche e i frutti sono drupe o nuclei. Non ha un sistema radicale adeguato. Non contengono clorofilla.

Rafflesiaceae

Rafflesiaceae è una famiglia di piante con fiori dell’ ordine Malpighiales.

Dove si trovano?

Sono piante parassite presenti in Asia orientale e sudorientale. Comprende Rafflesiaarnoldii, uno dei fiori più grandi descritti.

Pianta parassita

Caratteristiche

Le piante sono endoparassiti di viti del genere Tetrastigma della famiglia delle Vitaceae e non hanno fusto, foglie o radici. Non ha anche nessun tessuto fotosintetico. Solo i fiori emergono dalle radici o dai fusti inferiori delle piante ospiti.

Attualmente il gruppo, tradizionalmente classificato come un’ unica famiglia, è stato stabilito di essere effettivamente composto da almeno tre classi diverse, ed è ora considerato diviso in quattro famiglie: Rafflesiaceae, Mitrastemonaceae, Cytinaceae e Apodanthaceae.

Leave a Comment